È allarme bullismo e violenza in famiglia

Sono aumentati del trenta per cento nel 2007 i reati di natura sessuale commessi da minori o in danno degli stessi. Lo ha detto il presidente della Corte d’appello dell’Aquila, Mario Della Porta, nel corso dell’inaugurazione dell’anno giudiziario 2008. «La Procura minorile - ha sottolineato - fa rilevare l’aumento notevole e pone in evidenza l’allarmante comportamento di ragazzi che non percepiscono la gravità del gesto e anzi ne fanno oggetto di divulgazione a mezzo di filmati o di ricatti per ottenere dalla vittima ulteriori prestazioni sessuali». Per quanto riguarda sempre la giustizia penale minorile, si segnala l’aumento di rapine, estorsioni, furti e spaccio di droga. «Non poi è colpa dei giovani che un autorevole ministro ha inopportunamente chiamato “bamboccioni”, se non sono in grado di costituire un saldo nucleo famigliare, bensì delle scarse opportunità di lavoro e soprattutto dell’esempio negativo degli adulti», ha aggiunto Della Porta riferendosi l’aumento di separazioni, divorzi e controversie attinenti il diritto di famiglia.