Allarme dell’Aniem sulle opere pubbliche

L’Aniem, l’Associazione delle piccole e medie imprese edili aderente alla Confapi, denuncia il preoccupante calo dei bandi di gara nel settore delle opere pubbliche, soprattutto nel Lazio. A dominare gli scenari urbani sono i nodi sempre attuali della riqualificazione delle periferie e il problema delle «terre da scavo», in merito al quale le imprese lamentano l’assenza di discariche e di normative specifiche in grado di fare chiarezza. In particolare le aziende denunciano limitazioni a danno delle piccolo-medie imprese. Nell’edilizia residenziale, se è vero che il criterio delle compensazioni, introdotto dal nuovo Prg, ha favorito l’ingresso delle Pmi, dall’altro lato, «le grandi trasformazioni urbane - polemizzano gli imprenditori laziali - e i maggiori interventi immobiliari continuano a essere dominati dai grandi istituti di credito romani vicini a lobby finanziarie che operano anche sul fronte dell’acquisizione».