Allarme in Olanda, 12 arresti sul volo per l’India

I passeggeri fermati giocavano con i telefonini a bordo del velivolo nonostante i richiami del personale

da Bruxelles

L'allarme è partito in volo, poco dopo il decollo dall'aeroporto di Amsterdam-Schiphol in tarda mattinata, e ha fatto scattare le manette per 12 dei 149 passeggeri diretti a Bombay a bordo del volo 42 della compagnia statunitense Northwest. L'aereo diretto in India, un DC 10-30 da 273 posti, stava sorvolando la Germania quando il pilota ha deciso di fare marcia indietro dopo che i membri dell'equipaggio avevano segnalato il comportamento sospetto di alcune persone a bordo. Sono stati allertati anche i militari, l'aereo è infatti rientrato nello scalo di Amsterdam scortato da due F-16 dell'aviazione olandese e, una volta a terra, 12 persone sono state arrestate.
Sono tutti passeggeri e di loro non si conosce al momento la nazionalità, l'età e nessun altro dettaglio. I fermi, ha riferito la polizia aeroportuale, sono scattati «dopo gli interrogatori e sulla base delle informazioni fornite dall'equipaggio». Secondo il comunicato ufficiale, una coppia di passeggeri avrebbe tenuto un «atteggiamento preoccupante», tanto da indurre il pilota a far rientrare l'aereo a Schiphol. Secondo diversi testimoni oculari, i passeggeri poi fermati giocavano con i telefonini mentre l'aereo era in volo e ciò ha turbato gli altri passeggeri. Incuranti delle regole, ha detto una testimone, «non prestavano alcuna attenzione a quanto gli assistenti dicevano». Anche sul comportamento sospetto che ha messo in allarme l'equipaggio, facendo decidere il pilota per un dietro-front, le autorità aeroportuali stanno ancora conducendo le indagini. Quanto all'ipotesi terroristica, trapelata in un primo momento, il portavoce ha sottolineato come sia necessario non precipitare l’accaduto.
Le autorità si sono affrettate a ricordare come il livello di allarme per lo scalo olandese e per il Paese fosse rimasto invariato. L'aeroporto di Amsterdam-Schiphol è il quarto in Europa per grandezza e per traffico passeggeri, il terzo come scalo merci.
Anche qui, dopo la scoperta lo scorso 9 agosto del piano terroristico che era stato messo a punto per fare esplodere dieci aerei in volo da Londra verso gli Stati Uniti, le misure di sicurezza si sono intensificate così come i controlli e la sensibilità verso episodi sospetti.
Il mese scorso l'esplosione di alcune bombe su treni carichi di pendolari, proprio a Bombay, ha causato la morte di 180 persone, mentre solo due giorni fa la polizia indiana ha reso noto di aver sventato un altro possibile attacco nella stessa città, dopo aver sparato a un uomo di nazionalità pachistana, sospettato di esserne l'autore. Il volo della Northwest ripartirà oggi con il resto dei passeggeri non coinvolti nell'episodio odierno, che trascorreranno la notte nella città olandese.