È allarme per il parassita delle palme

L’allarme parte da Sanremo e rimbalza in tutta la Liguria: c’è un parassita, il punteruolo rosso, che colpisce le palme, minacciandone la sopravvivenza. Gli amministratori sanremesi riuniscono oggi i dirigenti dei Comuni di tutta la regione per annunciare che il 7 e 8 novembre verrà organizzato un seminario, come lezioni sul «campo», per spiegare come riconoscere e curare la malattia. «Malattia che ha già colpito le palme di Sicilia, Sardegna e Toscana dopo aver creato diversi problemi in Spagna - spiegano gli organizzatori- Da noi il parassita si è visto a Bordighera. Durante la due giorni di studi, alla quale parteciperanno anche esperti spagnoli, andremo a vedere da vicino i suoi effetti».
«L’insetto vive all’interno della palma, dove compie interamente il suo ciclo vitale - spiegano gli esperti della regione Campania, dove è comparso nel 2005 -. La femmina depone 300 uova distribuite alla base delle giovani foglie o sulle ferite delle foglie o in cavità del tronco della palma. Le uova si trasformano in 2 o 5 giorni in piccole larve che bucano le palme, cibandosi dei tessuti delle stesse, eliminando tutto il materiale fibroso. Le larve si muovono verso l’interno della palma scavando tunnel e larghe cavità».
L’appuntamento, oggi, è alle 11.30 in sala giunta di Palazzo Bellevue a Sanremo. Ci saranno l’assessore Alberto Biancheri, Claudio Littardi del Centro studi sulle palme, il sindaco di Bordighera Giovanni Bosio e il dirigente regionale Marcello Storace.