«È allarme rom, subito un commissario»

Sparatoria in un campo rom abusivo in quel di Muggiano. Un nonno, si scoprirà poi, ha ucciso due suoi nipoti. Motivo? «Non mi rispettavano». Duplice omicidio che riporta in cronaca l’emergenza rom. «Con quest’atto di sangue» osserva il vicesindaco Riccardo De Corato «c’è un motivo di più per arrivare velocemente alla nomina del prefetto a commissario per l’emergenza rom».
Nomina, ricorda il numero due di Palazzo Marino, già decisa «nel patto per la sicurezza siglato lo scorso 18 maggio». E mentre l’assessore regionale Davide Boni fa sapere che «la Lombardia attuerà quel decreto che prevede il rimpatrio per gli extracomunitari che non trovano lavoro entro tre mesi dal loro ingresso in Italia», il Comune di Milano diffonde l’ultima statistica dell’esercito dei nomadi spalmati in città: «Sono quasi 10mila, distribuiti in 11 campi regolari e in una sessantina di favelas abusive. Un numero che non consente il giusto controllo. Motivo perché al prefetto siano assegnati poteri straordinari come già deciso».