Allarme in Sicilia: neonato si sente male dopo il biberon

Il piccolo aveva appena bevuto una «poppata» di Aptamil 2, prodotto da Milupa. Sequestrate centinaia di confezioni

da Roma

Un neonato di sette mesi si è sentito male dopo aver bevuto latte del tipo Aptamil 2, prodotto da Milupa. La madre, che vive a Rosolini nel Siracusano, ha immediatamente denunciato l’accaduto ai carabinieri che ora dovranno verificare se il malessere del piccolo, ora già superato, sia effettivamente da collegare all’assunzione del latte artificiale.
Dopo la denuncia della famiglia i carabinieri hanno immediatamente posto sotto sequestro tutte le confezioni di marca Milupa che erano in vendita in due negozi di Rosolini. Tutto il prodotto sequestrato sarà analizzato dai Nas di Ragusa.
Nei giorni scorsi l’Istituto superiore di Sanità aveva rassicurato i consumatori sulla presenza di Itx (l’inchiostro delle scritte sulle scatole) nel latte artificiale, ritenuto non tossico e non rischioso per la salute dei piccoli. Dopo il maxisequestro però era inevitabile anche la diffusione della preoccupazione che ora, se qualche poppante comincia a dare segni di intossicazione, rischia di trasformarsi in panico.
L’Itx non sarà tossico ma il laboratorio dell’Arpam di Ancona che sta eseguendo le analisi al momento ha già evidenziato picchi di concentrazione di questa sostanza fino a 370 microgrammi per litro in particolare nel Latte Mio della Nestlé, nel campione con scadenza marzo 2006.
Uno studio condotto da esperti tossicologi nel ’99 e pubblicato su una accreditata rivista americana specializzata Pesticide and toxic chemical news, sostiene che elevate quantità di Itx allo stato puro può essere responsabile di intossicazioni. Nell’articolo si fa riferimento a specifici casi di intossicazione di operai che lavoravano con questa sostanza ed ebbero irritazioni alla pelle e agli occhi.