Allarme: tifosi inglesi nel settore degli italiani

Rispediti a casa due ubriachi. Il grosso in arrivo dalla Bulgaria

Marcello Di Dio

nostro inviato a Istanbul

L’invasione dei sessantamila, il colpo d’occhio dello stadio Ataturk (finora arrivato a un massimo di venticinquemila spettatori per il derby di Coppa tra Fenerbahce e Galatasaray) sarà incredibile considerando anche la presenza di tanti appassionati turchi. Tifosi rossoneri e inglesi si confondono nel caos dell’affollatissima Istanbul. Circa 200 voli charter sono già atterrati tra lunedì e ieri negli aeroporti, situati uno nella zona asiatica, l’altro in quella europea della città. Lo scalo di Ataturk è stato riservato ai supporter del Milan, che hanno poi trovato alloggio a Sultanahmet; quello di Sabina Gotchen ha invece accolto quelli del Liverpool, che sono stati sistemati in pieno centro: lo splendido ponte di Galata divide i gruppi. Anche se un consulente del sindaco di Istanbul, Seni Colgecen, ha lanciato un allarme per la partita di stasera. «Alcuni biglietti del settore degli italiani - la denuncia - sono finiti nelle mani degli inglesi grazie ad alcune agenzie. A quanto mi risulta, sono almeno settemila. Non prevediamo problemi, ma confidiamo nel comportamento civile di tutti».
Ma c’è anche un numero imprecisato tra 5.000 e 10.000 tagliandi in vendita al mercato nero. La polizia ha iniziato controlli a tappeto, che saranno serrati anche allo stadio (si parla di seimila agenti nei dintorni dell’impianto Ataturk e mille in borghese all’interno). Infine, l’incognita internet: moltissimi tagliandi sono stati acquistati in rete dai supporter inglesi e non è da escludere che alcuni siano del settore riservato ai tifosi avversari.
Il clima resta buono, nonostante un paio di tifosi inglesi, ubriachi e senza biglietto, siano stati fermati e rimandati a casa. Nessuno ha dimenticato che nel 2000, in occasione della semifinale Uefa tra Galatasary e Leeds, al termine di una giornata di violenze due inglesi furono accoltellati. Ma la più recente e temuta Turchia-Inghilterra di qualificazione europea ha rassicurato molti visto che non è successo niente di grave. Ieri fino a tarda sera, molti tifosi dei Reds festeggiavano a suon di birra e canti in piazza Taksim sotto gli occhi vigili degli agenti e divertiti di molti passanti. Ma tantissimi supporter del Liverpool arriveranno solo oggi. La loro marcia di avvicinamento a Istanbul è stata diversa, preferendo concedersi una settimana di ferie e per risparmiare si sono fermati nei più economici alberghi della vicina Bulgaria.
Vigilia più sobria per i supporter milanisti, che hanno comunque fatto notare la loro presenza in locali all’ombra di Santa Sofia o della Moschea Blu, con addosso anche magliette del Liverpool. Seimila biglietti destinati ai milanisti sono rimasti invenduti e andranno al macero, ma se la presenza dei tifosi rossoneri sarà inferiore a quella degli avversari, l’entusiasmo non manca. In molti sono arrivati dall’estero e se la maggioranza ha affrontato il viaggio in aereo (oggi gli ultimi arrivi, sarà una mattinata caldissima, assicurano le varie compagnie) c’è chi si è mosso con la propria auto e chi come i tifosi dei Milan club pugliesi si è imbarcato per attraversare lo Ionio e l’Egeo. In tutto dovrebbero essere tra 25.000 e 30.000 le persone di fede rossonera che hanno deciso di non perdersi l’appuntamento più importante della stagione. Ora toccherà alla squadra di Ancelotti non deludere le loro aspettative.

Annunci Google