Allarme a Washington, brucia la Casa Bianca

Decine di veicoli di emergenza sul posto. Brucia l'Executive Office Building, che ospita gli uffici del vice presidente Dick Cheney. Fumo anche nell'ala dove è sistemato lo Studio Ovale. Rogo dovuto a un guasto elettrico

Washington - Allarme incendio alla casa Bianca. Una vistosa colonna di fumo esce dall’Eisenhower Executive Office Building, all’interno del quale sono entrati i vigili del fuoco rompendo alcune finestre. È in corso un’evacuazione del personale. L’allarme riguarda anche la Casa Bianca stessa - che per il momento non è stata però evacuata - la cui West Wing, dove si trova lo Studio Ovale, è a poche decine di metri dell’edificio dove è in corso l’incendio. L’incendio sembra interessare il secondo piano dell’Executive Office Building, che ospita personale della Casa Bianca, del Consiglio per la sicurezza nazionale e altre agenzie presidenziali. L’edificio ospita centinaia di persone, tra cui lo staff del vicepresidente Dick Cheney, e gli uffici del Secret Service, il corpo che protegge la sicurezza del presidente.

Soccorsi È stato probabilmente un guasto elettrico a causare l’incendio che questa mattina si è sviluppato al secondo piano di un edificio del complesso della Casa Bianca, l’Eisenhower Office Building. La situazione è ora sotto controllo. L’intero edificio è stato evacuato per sicurezza. Non ci sono feriti. L’incendio si sarebbe sviluppato in una centralina telefonica o in un impianto elettrico al secondo piano dell’Eisenhower Executive Office Building, situato ad appena una cinquantina di metri dalla West Wing della Casa Bianca, dove si trovano gli uffici del presidente George Bush. L’edificio venne costruito tra il 1871 e il 1888 e inizialmente ospitava gli uffici del dipartimento di Stato, di quello per la Guerra e per la Marina.

Fuori pericolo I vigili del fuoco di Washington hanno definito "sotto controllo" l’incendio che si è sviluppato in un edificio adiacente alla Casa Bianca, che ospita uffici presidenziali. "Le fiamme sono state controllate, adesso sono in corso le ultime operazioni per rendere sicura l’area interessata" ha detto un portavoce dei vigili del fuoco, Allen Etter. L’ipotesi preliminare è che si sia trattato di un incendio provocato da un corto circuito. Le indagini sull’accaduto sono state affidate al Secret Service, l’agenzia federale che protegge il presidente e l’area della Casa Bianca. Il presidente George Bush e il suo vice Dick Cheney si trovavano entrambi al lavoro nella West Wing della Casa Bianca, quando è scattato l’allarme nell’edificio che dista solo pochi metri dalla sede presidenziale. Entrambi sono stati informati dell’accaduto, ha reso noto un portavoce, ma l’attività nello Studio Ovale è proseguita normalmente.