Alle Cinque Terre nasce il corridoio per collegare le Alpi e gli Appennini

Il parco nazionale della Cinque Terre ha trovato un nuovo importante sponsor. Con l’iniziativa «Qui Ubi per l’ambiente» il Gruppo Ubi Banca ha scelto di sostenere i progetti di conservazione e tutela del Sistema Oasi Wwf Italia e adottare simbolicamente, sostenendone le attività per tutto il 2009, anche due progetti legati al Parco Nazionale delle Cinque Terre in Liguria.
Oltre al costante impegno del Wwf Italia per la quotidiana gestione di queste aree, l’iniziativa Qui Ubi per l’ambiente si prefigge di sostenere progetti concreti di conservazione, ricerca ed educazione ambientale: in particolare e verrà creato un corridoio ecologico che colleghi le aree naturali di Alpi e Appennini, di cui il Parco delle Cinque Terre è un importante nodo. Il parco che ha un’estensione di 13.152 ettari è inserito nel patrimonio mondiale dell’Unesco, protegge e valorizza ambiente e cultura: coste a strapiombo sul mare con baie e spiaggette, chilometri di muretti a secco a segnare le terrazze per coltivare la vite, i borghi medievali, i santuari, i sentieri panoramici sul mare e sui pendii. Ad aumentare il valore del Parco vi sono i pregiati vini liguri, il pescato fresco, la cucina e l’artigianato tradizionale.
Tra i principali progetti del Parco con il Wwf oltre alla realizzazione di un corridoio ecologico tra Alpi e Appennini, una lingua di territorio che colleghi fisicamente queste due aree prioritarie per la conservazione va segnalato anche il coinvolgimento dell’area naturale per politiche sinergiche di tutela tra Paesi (Italia e Francia), regioni (Liguria, Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Toscana) e aree protette (tra cui Parco Alpi Marittime, Parco del Ticino, Parco Tosco Emiliano).