Alle Colonne idranti in azione contro la movida selvaggia

Il Ticinese si prepara a diventare isola pedonale notturna, per contrastare la movida selvaggia che sta flagellando la zona con rave party, bottellon, vandalismi e illegalità. Il corso e le vie limitrofe, via Arena e via Vetere, alla sera diventeranno off limits anche per moto e motorini, gli unici al momento autorizzati ad entrare (unica eccezione rimangono i residenti, ovviamente). A vigilare sul rispetto del divieto ci saranno telecamere e vigili che impediranno a chiunque di varcare la soglia. Occhi elettronici saranno messi anche all’accesso delle colonne di San Lorenzo e in via De Amicis. La delibera firmata dall’assessore al Commercio Franco D’Alfonso e quello alla Sicurezza Marco Granelli andrà in giunta la settimana prossima . Con un distinguo: ci sono due tipi diversi di movida tra corso di porta Ticinese e le colonne di San Lorenzo: «Stiamo studiando misure ad hoc differenziate» anticipa D’Alfonso . Alle Colonne i locali dovranno chiudere all’1 di notte e già alle 2 entreranno in servizio di mezzi di Amsa. «Occuperemo con le squadre Amsa le Colonne, per dissuadere le bande e i balordi che si ritrovano dopo le 3 di notte a ritornare nella piazza - afferma -. Gli operatori infatti puliranno tutta l’area con gli idranti, mentre i vigili si occuperanno di verificare il rispetto tassativo dell’orario di chiusura dei locali». Orario che vale anche per l’Arco della Pace: dopo due multe viene revocata l’autorizzazione al dehors. Qui i locali devono chiudere alle 2, ed entro le 2,30 devono avere pulito tutta l’area antistante. Palazzo Marino dichiara guerra ai venditori abusivi: «Sarà impossibile per loro accedere mentre i gestori dei locali dalle 22 saranno obbligati a vendere alcolici in bicchieri di plastica».