Alle isole Lofoten a caccia fotografica delle orche

E' vero che l'orca è il più grosso predatore marino, quindi con terrificanti abitudini alimentari che spaziano dalle foche ai delfini e persino alle balene, ma è anche certo che il loro carattere amichevole le porta a vivere in comunità vaste di almeno 50 unità e che osservarle nel loro habitat è davvero uno spettacolo suggestivo. Per il periodo invernale, tra novembre e, la Seiviaggi - www.seiviaggi.it, tel. 039.3900274 offre agli amanti della natura norvegese, una proposta di viaggio interessante valida fino al 16 gennaio, periodo favorevole per osservare le orche durante le loro migrazioni dietro i flussi di aringhe. Partendo da 649 a persona, voli esclusi, un programma di 4 giorni e di tre notti da trascorrere nei «rorbu», le case dei pescatori norvegesi costruite a palafitta e poste nei pressi del centro e dell'aeroporto di Svolvaer nelle Isole Lofoten. Partendo dal secondo giorno ci si imbarca verso Tysfjord o Vestfjord, a 200 km a Nord del Circolo Polare, dove potranno essere fotografati splendidi esemplari di orca. Nel ristorante «Børsen Spiseri», uno dei più affermati dell'arcipelago si potranno degustare piatti vichinghi a base di pesce e di carne di renna.