Alleanza tra i motori d’Europa

Un’alleanza tra le Regioni più forti dell’Ue, per ottenere fondi e realizzare una politica comune. L’impegno dei quattro Motori per l’Europa, Lombardia, Catalogna, Baden Wurttenberg e Rodano Alpi, è stato sottoscritto diciannove anni fa e ribadito lunedì scorso a Stoccarda, in occasione del passaggio della presidenza di turno, che quest’anno tocca alla Regione tedesca. Il presidente della Lombardia, Roberto Formigoni, formula una dichiarazione d’intenti: «Vogliamo lavorare congiuntamente presso le istituzioni europee per incidere sulla Costituzione e definire meglio il ruolo delle Regioni, intendiamo rafforzare la presenza internazionale comune per penetrare i mercati più difficili. Obiettivi che si raggiungono puntando sulla ricerca e sul capitale umano».
Nell’ambito di questi progetti condivisi, Milano ospiterà a maggio un vertice internazionale delle Ong (le organizzazioni non governative) e le associazioni di volontariato. «Puntiamo a rendere sempre più partecipi le società, le università, le imprese, le associazioni» spiega Formigoni. Tra gli impegni che le quattro regioni hanno assunto, anche il sostegno alle professioni musicali, con un corso universitario triennale in business della musica e design della musica. La sede è Mannheim e la qualifica finale è bachelor of arts.