Alleanza An, Verdi e Biasotti

Paola Setti

«Facciamo ostruzionismo per salvare l’ostruzionismo». Nasce con questo appello «a tutti i consiglieri regionali, di centrodestra e centrosinistra», l’inedita alleanza, con tanto di comunicato congiunto, fra An, Verdi e Lista Biasotti.
Protagonisti di quello che già è stato definito «tridente delle gole di ferro», i due recordman e la recordwoman dell’ostruzionismo in consiglio: Gianni Plinio, 10 ore e 22 contro la manovra fiscale, Cristina Morelli 9 ore e 35 contro la caccia e Matteo Marcenaro 9 ore e 3 contro le tasse. Dicono che per lo strano sodalizio sia già preoccupato Mino Ronzitti il presidente del consiglio regionale, che all’ostruzionismo vorrebbe mettere un freno proprio dopo le giornate e le nottate trascorse in aula sugli argomenti di cui sopra. Innervosito e preoccupato anche perché la nuova alleanza si scaglia anche contro la volontà di Ronzitti di convocare il consiglio solo se necessario, sostituendolo con i Question Time.
«Serve un impegno comune a salvaguardia delle prerogative dei consiglieri messe a rischio dalla modifica di Regolamento proposta dal Presidente Ronzitti» attaccano i tre promotori del club ostruzionista. «Le regole del gioco non possono essere modificate ai danni dei diritti dei singoli consiglieri e in spregio delle istanze partecipative dei cittadini che i consiglieri rappresentano. Nessuno può pensare, attraverso eccessivi contingentamenti di tempi e convocazioni dell’assemblea a discrezione, di poter impunemente mettere il bavaglio a chicchessia in nome della convenienza politica di chi in quel momento governa». L’appello è a tutti i colleghi. ma c’è da credere che il tridente riuscirà a inchiodare l’assemblea anche da solo.