Da Allen ai Coen, il cinema targato Mgm su Sky

A Ischia la casa di produzione presenta la library del canale appena sbarcato in Italia

da Ischia

La Metro Goldwin Mayer presenta... Rullo di tamburi e trombe, come per i grandi film della casa del leone ruggente. E così, all'Ischia global fest ieri mattina c'era anche Bruce Tuckman, vice presidente della Mgm network, per festeggiare il canale satellitare dedicato ai cinefili italiani. Partito il primo giugno scorso sulla piattaforma Sky, Mgm Channel italia avrà in questi giorni il lancio definitivo.
Mgm gioca sul velluto: ha una library, cioè un archivio di film, composta da 4100 titoli. Il meglio della produzione mondiale. E tra questi, più di duecento hanno vinto il premio Oscar: «Siamo l'unico marchio di Hollywood ad avere un canale tv dedicato ai film da noi prodotti», dice Tuckman senza nascondere l'orgoglio per aver lanciato un nuovo modo di proporre il cinema in tv: «Invece di mandare in onda i film recenti, campioni d'incasso, vogliamo riproporre le pellicole che hanno fatto la storia del cinema».
Il paradiso dei cinefili ha già un palinsesto capace di ingolosire i palati più raffinati. Venerdì si parte con Hacker, un film sui pirati informatici interpretato da Angelina Jolie. Il 23 sarà la volta di Lenny, con un Dustin Hoffman in grande spolvero, mentre ogni giovedì notte ciclo dedicato a Woody Allen. Il 16 agosto giornata dedicata a Madonna, per i 50 anni della rockstar, con due film da lei interpretati: A Letto con Madonna e Body of Evidence, inizio anni ’90, il periodo in cui la signora Ciccone aveva ceduto, senza peraltro risultati apprezzabili, alle lusinghe cinematografiche.
Prossimamente Mgm Channel, già presente in 120 Paesi del mondo, conta di acquistare una decina di titoli come il nuovo lavoro di Paul Haggis Rangers's Apprentice. Film che distribuirà nel giro di due anni, anche sul canale italiano. Sembra insomma una scelta indovinata quella di Mgm Channel di sbarcare in Italia: «Del resto SkyCinema1 e SkyCinema2 sono i leader dei canali satellitari - sottolinea Flavio Natalia, capo ufficio stampa della tv proprietà del magnate australiano Rupert Murdoch -. Ogni giorno in media l'8,6 del pubblico della tv a pagamento si sintonizza sui due canali dedicati ai film». Se si pensa che gli abbonati Sky in Italia sono quasi cinque milioni, i numeri che riguardano i cinefili nel nostro Paese, non sono di poco conto. Tanto che dopo quella di Quo vadis baby, Sky insiste sulla produzione seriale ed è pronta a mandare in onda la versione tv di Romanzo criminale, il film sulla banda della Magliana diretto due anni fa da Michele Placido.