In allenamento a Bogliasco Novellino nasconde la Sampdoria all’Inter

Bazzani operato al ginocchio: ne avrà ancora per sei mesi

Emmanuele Gerboni

Allenamento a parte chiuse, ieri a Bogliasco. Walter Novellino ha infatti fatto svolgere alla squadra la prima parte di lavoro a a porte chiuse, mentre nella seconda la Samp ha disputato una partitella in famiglia. Da superare domani sera lo scoglio Inter, e non è poco. Dopo si profilano tre settimane per scrivere la parola fine: entro fine mese l’amministratore delegato della Samp Beppe Marotta chiuderà la pratica dei rinnovi contrattuali. Da aprile, poi, l’attenzione sarà concentrata sui prossimi acquisti, all’orizzonte figurine interessanti per il prossimo album blucerchiato. Sette nomi sulla lista (Antonioli, Castellini, Iuliano, Pavan, Tonetto, Volpi e Flachi), e ci potrebbero essere le prime novità ufficiali nella prossima settimana. La Samp non ha particolare fretta, ha giocato le sue carte, e sta aspettando le risposte da parte dei procuratori dei sette calciatori.
È fatta con Volpi, accordo biennale, qui bisogna mettere soltanto nero su bianco. Sarà lui il primo giocatore a rinnovare l’intesa con la società blucerchiata. E da lunedì ogni giorno potrebbe essere quello giusto. A seguire, sarà il turno di Flachi, anche qui si ragiona un accordo biennale: ma la questione è ancora aperta, ci sono alcuni dettagli da sistemare. Chiuso questo primo giro, toccherà subito dopo ad Antonioli e Castellini: si parla di un rinnovo annuale. Mentre è difficile da prevedere il futuro di Iuliano e Pavan, probabile una partenza alla fine della stagione. Tutta da definire la situazione di Tonetto, che pare però si stia allontanando sempre più. La prima richiesta del procuratore (che ora sarà assente dall’Italia per due settimane) ha tolto il sorriso alla Samp che non intende fare un passo indietro dalle posizioni iniziali.
Marotta sta lavorando anche in altre direzioni, un’altra questione aperta è la conferma di Bonazzoli, l’attaccante sta procedendo bene sulla sua rieducazione, sarà pronto per il prossimo ritiro estivo, ma la trattativa per tenerlo ancora a Genova non è assolutamente semplice. «Il giocatore ci interessa sempre, ma prima dovranno trovare una soluzione Reggina e Parma, comproprietarie del suo cartellino».
La Samp, si sta muovendo su due fronti, l’obiettivo è chiaro: prima sistemiamo i rinnovi contrattuali e poi ci dedichiamo ad una campagna acquisti estiva che lo stesso Marotta, qualche settimana fa, aveva etichettato come frizzante. Un nome nuovo è quello di Mario Alberto Santana, talentuoso esterno del Palermo. Sarebbe la soluzione ottimale nel caso in cui Diana fosse venduto al Milan. Santana è un giocatore che piace e molto anche a Novellino, ma bisognerebbe fare i conti anche con le richieste di Zamparini che non lascerebbe partire l’argentino con tanta facilità. Un’idea, comunque, da approfondire nei prossimi mesi.
E un’altra new entry è quella di Victor Nsofor Obinna, stellina nigeriana del Chievo appena diciottenne e giustiziere, insieme a Franceschini, della Samp lo scorso 25 settembre quando i veneti espugnarono Genova. Obinna? Una possibilità o meglio un investimento per il futuro da concretizzare attraverso la cessione di Diana che dovrebbe garantire soldi importanti nelle casse blucerchiate: «L’Inter aveva l’accordo per portarlo a Milano a gennaio. Per giugno non ci sono certezze, piace alla Sampdoria ma non costa poco», spiega Giorgio De Giorgis, ex bomber blucerchiato negli anni 70’ e oggi procuratore anche di Obinna.
Infine una nota dolente: ieri Fabio Bazzani è stato operato a Perugia, dove i medici gli hanno ricostruito il legamento del ginocchio destro. L’intervento, a detta dei sanitari, è riuscito, ma l’attaccante blucerchiato dovrà stare fermo ancora sei mesi.