Allerta meteo, prevista neve sulla costa

Scatta l’emergenza sulle autostrade: mezzi spargisale in azione, le raffiche di vento allontanano almeno lo smog

(...) dal mattino è prevista su tutta la regione «un'intensificazione delle precipitazioni che saranno localmente moderate, a carattere nevoso a quote collinari. Non si escludono residue nevicate sulla costa, più probabili tra Genova e Savona». Si mantiene alto il grado di umidità. Ieri è stata la giornata delle rassicurazioni ai cittadini da parte di Comune e Provincia che hanno messo in atto le strategie per evitare che, nel caso di nevicate a bassa quota i problemi alla circolazione potessero diventare in breve insormontabili. Squadre di uomini delle Provincia, coordinate dall’assessore alla viabilità Piero Fossati, hanno sparso il sale sulle carreggiate in modo da eliminare i rischi agli automobilisti. Non sono state segnalate situazioni di particolare gravità e tutta la rete viaria provinciale è rimasta percorribile. Il consiglio per chi si mette in viaggio è quello di procedere con catene a bordo. In serata si sono messi in azione anche otto mezzi spargisale dell’Amiu che hanno agito quattro a levante e quattro a ponente per rendere più sicure le strade collinari. Le otto suqadre hanno lavorato incessantemente dalle 19 alle 24, mentre la raccolta dei rifiuti è state dalle 8 alle 2 di notte. Anche le circoscrizioni hanno già avuto sacchi di sale e in deposito presso l’Amiu ce ne sono ancora diverse tonnellate.
Viste le previsioni meteo la Regione Liguria ha chiesto di conoscere i piani di emergenza autostradali in caso di forti nevicate e situazioni meteo critiche che potrebbero mettere a rischio la viabilità, soprattutto la rete autostradale ligure, come avvenuto negli anni scorsi. In una lettera del Dipartimento Infrastrutture e Trasporti che fa capo all’assessore Luigi Merlo e inviata nei giorni scorsi alle società Autostrade per l’Italia, Autostrada Torino-Savona, Autostrada dei Fiori e Salt, la Regione Liguria chiede ai concessionari di conoscere i piani di emergenza predisposti, comprensivi del programma di comunicazione e informazione agli automobilisti e agli enti interessati, dei mezzi tecnici da impiegare e dei percorsi alternativi. Autostrade ha risposto che per quanto riguarda i tratti del genovesato e del Basso Piemonte l’intera struttura operativa del primo tronco è in stato di allerta: i tratti più a rischio sono proprio quelli liguri l’A10, l’A6 e l’A7. Unica nota positiva è che grazie alle raffiche forti di vento il livello degli inquinanti nell’aria genovese si è mantenuto al di sotto il livello di attenzione, così come è previsto accada nelle prossime ore.