Allerta Rischio frane dopo il gennaio caldo

Allerta meteo delle protezione civile fino a mezzanotte per le forti piogge che potrebbero provocare frane. Il tempo migliorerà dal pomeriggio di domani. Intanto è possibile un bilancio del tempo nel mese di gennaio. Poiché la media della temperatura è stata di 7,3°, ci accorgiamo subito che il valore termico si avvicina, anche se per difetto, alla media dei primi anni di questo secolo, che risulta infatti di 8°,7; per la precisione, dal 2001 al 2008 le medie di gennaio risultano rispettivamente di 7,5°; di 9, 1°; di 8, 5°; di 8, 9°; di 9, 1°; di 6, 1°; di 12, 4°; di 8, 4°. Molto diversa invece la media di gennaio del cinquantennio 1951-2000, che risulta assai più bassa (5 2°); è spiegabile con il fatto che in quei gennaio molti furono gli anni in cui la temperatura scese a parecchi gradi sotto zero (a -6 nel 1960, a -7 nel 1963, 1968, e 1979, a - 8 nel 1987 e a -11 nel 1985). In quest'ultima circostanza affiora alla mia mente il ricordo della fontana di piazza De Ferrari completamente gelata. Andando ancora indietro nel tempo vorrei citare anche il 1940, quando nel mese di gennaio le temperature scesero fino a - 5 e a -6. Il 29, il 30 e 31, i cosiddetti «giorni della merla» sono, secondo un'antica leggenda, i giorni più freddi dell'anno: talvolta alla leggenda è corrisposta la realtà, come nel 1954, nel 1963, nel 1976 e nel 1986, quando il termometro scese ampiamente sotto lo zero, ma non quest'anno in cui la temperatura minima è stata rispettivamente 7°, 7°, 3°. Quanto alle precipitazioni, i millimetri caduti sono stati 102, quantità normale poiché la media dell'ultimo mezzo secolo si aggira sui 120 mm.; a questi dobbiamo aggiungere la neve, che ha fatto la sua comparsa nei giorni 6 e 7; ha nevicato per tutta la notte, ma nonostante soffiasse un forte vento da nord, la temperatura non è scesa oltre -1.