Via all'esodo: da oggi 7 milioni in coda sulla strada delle ferie

Iniziano le partenze e dalla fine della prossima settimana, entro il 5 agosto, l'esercito dei vacanzieri sarà composto da 10 milioni di italiani. Il 60% trascorre le ferie con amici e parenti. Si spopolano le grandi città: previste 350mila partenze dalla capitale e 180mila da Milano

Milano - Ultimo fine settimana di luglio: gente che torna e soprattutto gente che parte per le agognate ferie. Da oggi si metteranno sulla strada della vacanze circa 7 milioni di italiani. E sarà un lungo esodo. Che si protrarrà fino a domenica 5 agosto, quando l'esercito dei vacanzieri raggiungerà quota 10 milioni. A partire in queste ore sono soprattutto gli studenti, i pensionati, i dipendenti dell'industria metalmeccanica, del legno e del tessile. Ma anche del terziario.

Chi va in vacanza La seconda e ultima ondata - quella del 4 e 5 agosto - riguarderà gli addetti al commercio, all’artigianato, e una seconda parte degli addetti al terziario non produttivo e una parte dell’industria chimica e farmaceutica. "Si registra un incremento a livello nazionale, di vacanzieri rispetto all’analogo periodo dello scorso anno, siamo intorno al +3%", spiega il direttore dell’Osservatorio Massimo Todisco. Che aggiunge: "È il segnale di una ripresa economica in atto nel Paese, seppur lenta e graduale".

Le mete e i mezzi usati Si spopoleranno le grandi città. Lasceranno Roma 350mila persone, 180mila Milano, 150mila Torino e 80mila Genova e Bologna. Per raggiungere il luogo di villeggiatura, il 65% prenderà l'auto, il25% il treno, il 10% l'aereo. Il 60% andrà nella seconda casa o da paranti e amici, il 40% invece si godrà una vacanza di puro relax, lontanto da tutti. Mentre per quanto riguarda le mete preferite dagli italiani: per il mare la costa adriatica e quella ligure. Per la montagna il Trentino e la Valle d’Aosta. Per l’Europa Parigi e Barcellona. Londra in calo per l’alluvione. Per le mete a lungo raggio i caraibi, il centro america il mar rosso e come novità l’India.