Alliance dice no all’offerta di Pessina e Kkr

Alliance Boots, il maggiore distributore farmaceutico britannico, ha respinto l’offerta da 9,7 miliardi di sterline presentata dal fondo di private equity americano Kkr e da Stefano Pessina, l’italiano che è vicepresidente e maggior azionista (con circa il 15%) della società. In una nota, la catena britannica ha definito troppo bassa l’offerta di mille pence per azione. In Borsa, a Londra, il titolo Alliance Boots è salito dell’8,1% a 1.005 pence, quindi sopra il prezzo offerto. L’eventuale takeover su Alliance Boots rappresenterebbe la maggiore operazione cosiddetta di acquisto a debito mai condotta in Europa.