«Alloggi per universitari nelle cascine restaurate»

La carenza di alloggi per gli universitari è un tema più che mai attuale. E la Coldiretti propone la sua ricetta: realizzare una rete di posti letto nelle aziende agricole. A spiegarla meglio è Roberto Maddè, direttore della Coldiretti di Milano e Lodi: «Lungo l'area dei navigli esistono circa 250 fabbricati agricoli dismessi che possono essere ristrutturati e destinati all'alloggio degli studenti. Abbiamo già alcune richieste in tal senso, in tutto si potrebbe creare un potenziale ricettivo che, sulla carta, raggiungerebbe circa 3mila posti letto, una cifra che rappresenta quasi la metà di quelli attualmente disponibili nei collegi di Milano per i fuori sede». Il tutto dovrebbe essere realizzato tramite accordi e convenzioni con le amministrazioni territoriali e con gli stessi atenei.