Allora scadere della mezzanotte, primo matrimonio gay nello Stato di New York

Cenerentole al contrario, al dodicesimo tocco Kitty e Cheryle hanno ottenuto che il sindaco della loro città di Buffalo sulle cascate del Nigara le dichiarasse «moglie e moglie». A quell'ora infatti è entrata in vigore la legge voluta dal governatore Andrew Cuomo, figlio di Mario e genero di Bob Kennedy, che consente le unioni tra persone dello stesso sesso

Kitty Lambert e Cheryle Rudd erano da ore sui nastri di partenza, pronte a scattare allo scoccare della mezzanotte. Cenerentole al contrario, al dodicesimo tocco, quando è entrata in vigore la legge che ammette i matrimoni gay, sono state le prime persone dello stesso sesso e unirsi legalmente al matrimonio nello stato di New York.
New York, da non confondere con New York City che si trova all'interno dello Stato americano ma non ne è neppure la capitale, in realtà Albany, ha approvato il mese scorso, la fatidica legge che consente a uomini e donne di sposarsi tra di loro. Un iter non semplicissimo, che ha spaccato i due tradizionali partiti, tanto che al passaggio al Senato il 25 giugno, 4 repubblicani hanno votato a favore insieme a 29 democratici, mentre viceversa un «liberal» si è schierato con i 28 conservatori contrari alla norma. Ma alla fine il testo è passato ed è stato firmato nelle ore successive da Andrew Cuomo, ultimo rampollo di una grande dinastia di politici. Italo-americano, come si capisce chiaramente dal nome, suo padre Mario lo ha infatti preceduto alla guida dello stato per tre mandati dal 1983 al 1994. Andrew, 54 anni, per rimarcare l'appartenenza politica ha sposato poi la settima figlia di Bob Kennedy, Kerry, dalla quale si è separato dopo aver avuto ha avuto tre figlie.
Governatore dal 1° gennaio, ha fortemente sostenuto la legge approvata a metà giugno da Camera e Senato e per entrare in vigore alla mezzanotte di sabato 23 luglio, le 6 di domenica 24 ora italiana. Facendo così diventare New York il sesto e il più popoloso Stato americano, 20 milioni di abitanti, ad aprire alle nozze gay, dopo Iowa, New Hampshire, Massachusettes, Connecticut e Vermont, che insieme non arrivano a 15 milioni di abitanti
E a Niagara Falls, le famose Cascate del Niagare che si trovano proprio a cavallo tra il Canada e New Yor, circa 150 persone si erano radunate per un ricevimento in vista delle nozze di Kitty e Cheryle, due attiviste per i diritti gay. La coppia di Buffalo, secondo città dello Stato, ha voluto che il sindaco Paul Dyster le dichiarasse sposate un minuto dopo la mezzanotte. Le due donne hanno invitato alla cerimonia numerosi deputati che hanno reso possibile l'approvazione della legge. Il loro matrimonio, però, è solo uno dei numerosi in programma in tutto lo Stato subito dopo la mezzanotte.