ALLUVIONI DI PAROLE

Su New Orleans non c’è niente di più da aggiungere rispetto a quello che si è detto, si è scritto, si è pianto, si è pregato. Soprattutto non c’è niente da aggiungere in campo politico; ogni parola che sfrutta un’emergenza naturale americana in chiave interna è di troppo, in alcuni casi rischia di dare il vomito.
E quindi, via. Via dalle tristi dichiarazioni di Prodi, ma via anche da quelli che esaltano la famiglia Bush e il suo operato a prescindere, anche quando lascia a desiderare come in questo dramma. Via, via. Via da ogni strumentalizzazione.
L’unico intervento “politico“ che ci sembra degno di considerazione fra quelli sentiti negli ultimi giorni in Liguria è quello di un umile consigliere di circoscrizione: Fabio Costa, azzurro della circoscrizione Centro Ovest, quella di Sampierdarena e dintorni, per intenderci. La sua idea di promuovere una sottoscrizione in Forza Italia per aiutare le vittime dell’acqua, è qualcosa di fronte alla quale levarsi il cappello. Giustificata con le parole più semplici possibili: «Loro hanno fatto tanto per noi. Per una volta possiamo fare noi qualcosa per loro». E non serve ricordare il piano Marshall per raccontare questa storia.
Parole, quelle di Costa, che cadono nell’assordante silenzio del resto della politica locale, troppo impegnata a discutere di collegi, senza soluzione di continuità fra centrodestra e centrosinistra. Un silenzio che fa male: perchè da un lato, quello polista, coinvolge gente che con le stelle e strisce, con gli Usa day e simili si è riempita la bocca per anni.
Ma è soprattutto, dall’altro lato, quello dell’Unione, è un silenzio che dà la drammatica sensazione di una coalizione ostaggio dell’antiamericanismo di alcuni, dei risentimenti di parte del movimento no-global, del riflesso condizionato che frena gli esponenti del centrosinistra - anche i più moderati come alcuni del centrosinistra o lo stesso Claudio Burlando - quando si parla di America.
Ecco, anzichè una conferenza stampa sull’adesione alla marcia della pace Perugia-Assisi - iniziativa peraltro legittima, per carità - e sul commercio equo e solidale, ci sarebbe piaciuto sentire un atteggiamento equo e solidale anche nei confronti delle vittime di New Orleans. Ci sarebbe piaciuto, appunto.