Alma Cappiello, addio a una donna amica delle donne

Agata Alma Cappiello, 58enne, ex parlamentare socialista e da un paio d’anni iscritta ai Ds, è morta ieri dopo una lunga malattia. Avvocato, da sempre impegnata in politica, ha compiuto un lungo percorso politico che 20 anni dopo l’era del socialismo guidato da Bettino Craxi l’aveva condotta all’ombra della Quercia. È stata a lungo, infatti, consigliere comunale del Psi a Milano, deputato dal 1987 al 1992 e, sempre per il garofano, membro della commissione Pari opportunità della Presidenza del Consiglio, infine senatrice dal 1992 al 1994. La Cappiello fu anche un’innovatrice in politica. Fu lei a presentare in Italia, nel 1988, la prima proposta di legge sulle convivenze, anche tra omosessuali, la cosiddetta «disciplina delle famiglie di fatto», poi, in realtà, mai calendarizzata. Tra i suoi incarichi anche quello di membro della Commissione giustizia e affari costituzionali della Camera. «Ci ha lasciato una persona tenera e forte, un'amica delle donne, un'appassionata dirigente del riformismo socialista» ha detto Piero Fassino.