«Almeno ci risparmino ridicole giustificazioni»

«Se gli avvocati vogliono fare sciopero contro il decreto Bersani, si accomodino pure, naturalmente nel pieno rispetto delle norme e delle regole che sono tenuti a rispettare ma ci risparmino le loro ridicolissime giustificazioni sul fatto che la parcella minima sarebbe a beneficio del consumatore perché a salvaguardia della professionalità». Sono Adusbef e Federconsumatori a criticare così la protesta proclamata dagli avvocati dopo il decreto Bersani sulle liberalizzazioni.
«Noi pensavamo che l’iscrizione all’ordine codificasse di per sé l’avvenuta professionalità e quindi l’operatività concreta di difesa del cittadino consumatore», prosegue la nota che chiede dunque direttamente l’abolizione dell’ordine vista la sua «inutilità» a misurare la professionalità. «Noi pensiamo - conclude - che sia giunto il momento di superare caste, privilegi».