Almiron gambero Tiago lento Inler da seguire

JUVENTUS
6 BUFFON. Incolpevole sul gol, per il resto sta a guardare.
5,5 BIRINDELLI. Di Natale lo mette in croce.
6 ANDRADE. Non un fulmine, si arrangia.
5,5 CRISCITO. Vero che ci mette il piede sul palo di Asamoah, ma conferma limiti di personalità e di piazzamento.
5,5 CHIELLINI. Nervoso. E non spinge quasi mai.
6 CAMORANESI. Uomo cui sarà difficile rinunciare (30' pt NOCERINO 5,5. Si adatta in un ruolo non suo).
6 ZANETTI. Metronomo. Sostituito: perché? (11' st TIAGO 5. Lento, con poche idee).
5 ALMIRON. Un passo indietro rispetto alle prime partite. Involuto e in alcuni frangenti anche disordinato.
5 NEDVED. Sbaglia un'occasione clamorosa, non salta mai l'uomo.
6 DEL PIERO. Tirasse solo le punizioni, sarebbe ancora giocatore imprescindibile. Due pali da fermo, null'altro.
5 TREZEGUET. Non il solito falco, però a Torino nessuno ricorda di averlo visto uscire con la Juve in svantaggio (11' st IAQUINTA 5,5. Segna, ma a gioco fermo).
All: RANIERI 5. Cambi cervellotici, squadra senza personalità in mezzo al campo.
UDINESE
6 HANDANOVIC. Attento.

6,5 ZAPOTOCNY. Comincia con una sbavatura, si riprende.
6,5 CODA. A testa alta, sempre.

7 ZAPATA. Cardine di tutta la baracca.
6 MESTO. Onesto lavoratore.

7 D'AGOSTINO. Ex genietto incostante, oggi vero architetto.
7 INLER. Classico esempio di giocatore sconosciuto che farà un'ottima carriera. Pescato in Svizzera a meno di un milione di euro: Tiago è costato 13 volte tanto.
6,5 DOSSENA. Quantità e non solo (40' st LUKOVIC sv).
6 QUAGLIARELLA. Un po' sottotono.
6,5 ASAMOAH. Un fulmine quando parte (19' st FLORO FLORES 6. Fa quel che deve).
7 DI NATALE. Spina nel fianco (40' st PEPE sv).
All: MARINO 7. Fa capire ai suoi che è giusto giocarsela alla pari.
Arbitro 5,5 FARINA: C'era un rigore per la Juve.