Alonso 5°: «Però vedo la fine del tunnel»

Ai miei tempi, non esistevano i codici a barre; ma si era giunti - lealmente - alle gomme da tempo, per un sol giro strepitoso in qualifica. Adesso vi raccontano che sono tutte gomme da gara, con l'obbligo di partire con quelle materialmente usate in Q3; poi, quanto durino poco importa. Ed era tanto più onesta la competizione, visto che, dopo le prime avvisaglie, veniva accettato, per regolamento, il sorteggio dei "set". Quindi, per capire il profondo mutamento dei tempi, ecco che ora si scambia Bernie Ecclestone, il manipolatore di questo marasma, per il creatore della Formula 1. No, signori; la F1 è nata nel 1948 e solo una ventina d'anni dopo è arrivato Ecclestone, con un abile colpo di mano. Così, per la quarta volta consecutiva, il treno N°1 sembra toccato al meritevole Vettel e il treno N°2 sembra passato di mano, da Hamilton a Rosberg, per risollevare le sorti della British-Mercedes, pronta a uscire. Capito il perché dell'unico "run" in Q3? La mia convinzione è che, nella seconda metà della stagione, il "Treno per Yuma" potrebbe essere rosso, giacché il mondo televisivo non concepisce una Formula 1 senza Ferrari ai vertici. E, tecnicamente, qualche piccolo passo in avanti si è visto. Strano che, pur essendoci a Maranello un giovane scienziato a far le simulazioni in CFD, soltanto adesso si siano capiti i vantaggi di un piccolo "flap", in favore dell'ultima, assurda trovata "DRS". Avete notato le velocità massime? Le McLaren e le Ferrari a 319 km/h; le Rbr, con ala ridotta e aerodinamica forzata, a 312 km/h. Un giovane collega mi ha chiesto l'equivalenza del "DRS" in cavalli; a queste velocità, sono gli stessi 80 Cv del Kers, per abbattere facilmente i tempi del 2010. Ormai, si curva a 4,5-4,7 "g", "gi" per accelerazione di gravità, non per la forza invocata da quelli della Rai-Tv. Tutto concentrato su un "anteriore" deformabile e condannabile. Anche se i legalisti di Maranello hanno deciso, contro i loro principi, di imitare in futuro l'inventore Newey e i seguaci di Woking. Fino a che la Fia-Tv non si deciderà a fare i controlli a fine gara.