Alonso illude la Ferrari: scatta primo e chiude 5° Dominio di Red Bull e McLaren: trionfo di Vettel

Al Montmelò lo spagnolo ha una partenza fulminante: in rettilineo passa da quarto a primo. Comanda fino al secondo pit stop, poi emergono le difficoltà della rossa. Lo superano Vettel, Hamilton, Button e Webber. E nel finale viene doppiato. Massa si ritira per problemi al cambio

Barcellona - La partenza è da stropicciarsi gli occhi. Fernando Alonso scatta dalla quarta posizione, la parte sporca della pista, e con uno scatto diabolico mette in scacco Hamilton, Vettel e Webber che lo precedono in griglia. Lo spagnolo corre in casa e la motivazione è ancora maggiore. Forse è solo questo il segreto che gli consente di tenersi dietro le spalle per un terzo di gara gli inseguitori scatenati e nettamente più veloci della sua Ferrari. Red Bull e McLaren sembrano di un'altra categoria. E la differenza emerge lampante con il passaggio dalla gomme morbide alle coperture più dure. Concretizzandosi in un umiliante doppiaggio negli ultimi metri di gara.

Red Bull padrona Vettel scappa in solitaria a vincere il suo quarto Gp su cinque in stagione. Alle sue spalle Hamilton che chiude in rimonta, ma non riesce mai seriamente a impensierire il tedesco leader del Mondiale se non con una pressione insistita ma vana negli ultimi tre giri. Poi Button, che sfrutta una guida molto attenta e conservativa nello sfruttamento dei penumatici. Quindi Webber che, partito in pole, chiude ai piedi del podio. L'australiano quest'anno è costantemente alle spalle del compagno di scuderia. Giornata per Felipe Massa costretto a inseguire nella pancia del gruppo per tutto il Gp fino al ritiro per noie meccaniche al cambio al giro 61.

Vettel sempre più leader Le classifiche, dopo il quinto episodio del campionato, delineano un panorama chiaro. Vettel domina il Mondiale piloti con 118 punti. Hamilton è secondo con 77, Webber terzo con 67, Button quarto con 59 e Alonso quinto con 51. Nel Mondiale costruttori, la Red Bull comanda con 185 punti. McLaren seconda a quota 136, Ferrari terza e lontanissima a 75. Per le rosse l'occasione del riscatto tra soli sette giorni. Si corre tra le strade del Principato il Gp di Montecarlo.

Alonso rassegnato Alonso è rassegnato al termine del Gp di Spagna. "Sai che è impossibile lottare con loro. Se in partenza fossi stato sesto o settimo non si sarebbe vista tanta differenza. Ma è chiaro, ti metti davanti e ti passano dappertutto" ha spiegato lo spagnolo. Dopo essere riuscito sabato a partire dalla quarta posizione della griglia con un "giro perfetto", Alonso ha fatto una partenza altrettanto perfetta e spettacolare, tuttavia lo spagnolo è riuscito a tenere dietro i suoi avversari solo per il primo terzo di gara. "Non c’è stata nessuna sorpresa. Quella di ieri era irreale. È stato un giro fuori dal normale. Sapevamo che oggi avremmo sofferto" ha ammesso il due volte campione del mondo. "Alla fine ci hanno doppiato. Ci sono due squadre che doppiano tutti gli altri. Questo dà la misura della differenza che c’è. Bisogna migliorare" ha sottolineato. "Sapevo che prima o poi l’avrebbero fatto. Ero preparato" ha detto Alonso.