Alphabet, offerta premium per imprese e professionisti

Se il buongiorno si vede dal mattino, per Alphabet il 2008 si avvia a diventare l’ennesimo anno all’insegna della crescita. Dopo un 2007 che si era chiuso con le nuove immatricolazioni al più 5%, l’ingresso ordini al più 12 per cento e il parco circolante al più 9 per cento, anche nel primo trimestre di quest’anno la società di noleggio a lungo termine del Gruppo Bmw ha più di un motivo per sorridere. A cominciare dalle immatricolazioni, cresciute tra gennaio e marzo di un altro 5%, fino ad arrivare agli ordini, che nel medesimo periodo hanno fatto registrare addirittura un più 16 per cento.
"Si tratta di risultati sicuramente soddisfacenti - conferma Maurizio Ceci, general manager di Alphabet Italia - che testimoniano il positivo andamento del nostro business. Anche se, a onor del vero, è difficile prendere come riferimento il 2007: non va dimenticato, infatti, che l’anno scorso di questi tempi l’intero settore stava vivendo un momento di grave incertezza, conseguente alle modifiche apportate dalla Finanziaria in tema di tassazione dell’auto aziendale. Insomma, le sensazioni per il 2008 ci inducono all’ottimismo, ma non abbiamo alcuna intenzione di abbassare la guardia».
Le buone notizie, comunque, arrivano anche da oltre confine: a livello globale, infatti, il marchio Alphabet, che proprio nel 2007 ha festeggiato il decimo compleanno, fila al ritmo del più 55,6 per cento e gestisce in giro per il mondo un parco che sfiora i 280mila veicoli. «Un contributo significativo al raggiungimento di simili performance - prosegue Ceci - è venuto dall’acquisizione di due grandi aziende tedesche: la società di noleggio Leasing und Handelsgesellschaft e DSL Fleetservices, che opera invece nel campo del fleet management. Grazie a queste fusioni, Alphabet è oggi uno dei primi tre player del noleggio a lungo termine in Germania, mentre a livello europeo si colloca ormai stabilmente nella top ten».
Tornando all’Italia, una cosa è certa: in un contesto economico contrassegnato da una crescita che le ultime stime Ocse inchiodano allo 0,3 per cento, proprio il Nlt rappresenta oggi più che mai una felice eccezione, capace di segnare trend di sviluppo decisamente superiori alla media nazionale. E se il mercato è in salute, Alphabet ha tutte le intenzioni di continuare a presidiarlo da protagonista. Puntando, in primo luogo, sulle persone. «In una società come la nostra, che eroga servizi premium - spiega Ceci - il gioco di squadra e la capacità di trasmettere ai clienti la passione che ci muove rappresentano altrettanti fattori critici di successo. Ecco perché, sino alla fine del 2008, tutti i collaboratori di Alphabet intraprenderanno un percorso specifico di formazione».
Basato sulle più collaudate tecniche di teamworking, il programma si pone l’obiettivo di valorizzare gli asset strategici intangibili della società, finendo per creare un sistema «ad albero» dove gli obiettivi del top management trovano le proprie radici negli obiettivi personali di ciascun collaboratore. Che, in questo modo, si troverà legato al vertice aziendale da un virtuoso filo conduttore comune. Altro fronte caldo, la tecnologia. E anche su questo versante, in casa Alphabet non mancano le novità in rampa di lancio. «Entro la fine del mese - conclude Ceci - sarà online il nuovo Car Configurator per la nostra forza vendita, che permetterà di svolgere in modo più puntuale ed efficace l’attività di consulenza a fronte di specifiche richieste dei clienti». Soggetti che, sempre più spesso, sono oggi riconducibili alla galassia delle piccole e medie imprese e dei professionisti: proprio per conquistarli, nel secondo semestre Alphabet ha intenzione di puntare forte sulla flessibilità, configurando offerte quanto più possibile rispondenti alle singole esigenze di mobilità, grazie anche alla consolidata partnership con il network dei concessionari Bmw.