Con Alphabet qualità tangibile e servizi al top

Chiediamo a Maurizio Ceci, general manager di Alphabet Italia come si è chiuso il 2006 per la società di noleggio a lungo termine multimarca del gruppo Bmw. «Decisamente bene - risponde - con un portafoglio che è cresciuto del 45% rispetto al 2005 (15mila contratti con un valore di oltre 350 milioni di euro) e un nuovo business di 8.300 contratti».
Ceci aggiunge anche come «buona parte di questa crescita si è avuta nel segmento delle medie imprese, presidiato dalla rete di concessionari Bmw, che hanno avuto uno sviluppo degli ordini pari al 23%. Da notare che anche la nostra quota di contratti multimarca (quelli “non Bmw” per intenderci) è cresciuta, rappresentando oggi circa un terzo del portafoglio».
La formula di questo successo?
«La chiave non sta in “quello che facciamo”“, ma in “come lo facciamo”. Abbiamo scelto di avere un approccio da specialisti del servizio premium, lontano da quello generalista dei grandi operatori di settore; vogliamo puntare molto sulla valorizzazione della relazione one to one con il cliente/utilizzatore che vuole un interlocutore che comprenda i problemi e sia in grado di proporre soluzioni ad hoc».
E poi?
«Abbiamo investito molto sul rapporto esclusivo e privilegiato che offriamo a ogni tipologia di cliente, sia tramite i nostri Customer Agent e Business Development Manager, sia tramite il Driver Center, sia indirettamente tramite la rete Bmw. In sintesi, i nostri sforzi sono sempre indirizzati alla ricerca della qualità e della professionalità, la stessa che abbiamo ereditato dal gruppo a cui apparteniamo».
Le prospettive per il 2007?
«Il contesto normativo conseguente alla Finanziaria del nuovo governo non ci aiuta. Già sul finire del 2006i segnali non erano stati molto positivi; in seguito, la continua incertezza su tassazione dell’auto aziendale e rimborso dell’Iva ha generato un atteggiamento di attesa. Siamo fiduciosi sul fatto che molto presto verrà fatta luce da parte del governo; nel frattempo con tutti i nostri clienti abbiamo affrontato la situazione professionalmente e con un approccio consulenziale. Si valutano diverse possibilità e si consiglia la soluzione ottimale che permetta di non perdere i vantaggi propri del noleggio che continua a essere la formula vincente, anche se con modalità e sfumature che possono essere differenti da quelle precedenti».
Come affronterete i nuovi impegni?
«Investendo in più qualità e nell’ampliamento della gamma di servizi - conclude Ceci -: a oggi le prime reazioni sembrano essere quelle di una maggiore concorrenza sui prezzi, ma noi vogliamo rispondere ai clienti offrendo stabilità e più qualità. Questo è coerente con la nostra strategia di brand, poiché in presenza di tassi crescenti e di turbative di mercato come quelle attuali, non sarebbe serio da parte nostra garantire al cliente uno standard qualitativo non sostenibile nel medio/lungo periodo. Pertanto, abbiamo deciso di offrire un risparmio attraverso lo studio di soluzioni ottimali per le esigenze del singolo cliente, lanciando nuovi servizi come il Safety Driver per avere patente e bagaglio protetti, oppure strumenti on-line come il facelift del sito www.alphabet.com e ancora il sistema di reporting cliente alphabetonline.com».