Alps Tour, Del Podio secondo in Spagna

Nel Challenge Edoardo Molinari quindicesimo a Nairobi. Negli Usa vince Brian Gay <br />

Il Tour europeo dopo un breve passaggio nel Vecchio continente è tornato in Estremo Oriente con la disputa del Volvo China Open sul percorso del Beijing Golf Club di Pechino. Assente quasi tutti i bei nomi del Tour, dopo la settimana del Masters, la vittoria e la prima moneta di 275mila euro (montepremi di 1 milione 600mila euro) sono andati all’australiano Scott Strange, già vincitore lo scorso anno dell’Open del Galles che guadagna anche la 20ª posizione nell’ordine di merito ed un invito a giocare il Volvo World Match-play in Spagna il prossimo ottobre. Il trentunenne di Perth partito per le ultime 18 buche con 4 colpi di ritardo sul leader Richard Finch, con due birdie - alla 5 e alla 8 - è tornato in gara approfittando anche del calo del rendimento di Finch. Altri tre birdie in quattro buche sulle ultime nove per un punteggio di 68 colpi gli hanno fruttato il successo. Nella lotta per il titolo si è inserito lo spagnolo Gonzalo Fernandez Castaño che con un birdie all’ultima buca si è assicurato la piazza d’onore ad un colpo dal vincitore ed ora l’ex campione Open d’Italia è al 15° posto nella «Race to Dubai».
Per il Challenge Tour si è giocato il Tusker Kenya Open sul percorso del Muthaiga Golf Club di Nairobi. La vittoria è stata appannaggio dell’inglese Gary Boyd, ventiduenne di Benbury al suo secondo anno da professionista ed alla sua prima vittoria. Edoardo Molinari, campione uscente, in parziale difficoltà sull’ultimo giro è terminato al 15° posto, mentre Alessio Bruschi, passato il taglio, ha chiuso in 60ª posizione. A Boyd 28.800 euro sul montepremi di 180mila euro.
Sull’Alps Tour, bel secondo posto del nostro Matteo Delpodio nel torneo Peugeot svoltosi al Golf La Llorea in Spagna. L’italiano dopo essere stato al comando nei primi due giri nulla ha potuto nel terzo contro uno scatenato Pedro Linhart che è tornato con un punteggio di 64 colpi contro il pur buon 70 dell’azzurro. Molto bene anche Marco Guerisoli che con un 65 finale è risalito dall’11ª alla 5ª posizione. Questa settimana l’Alps approda in Italia a Riva dei Tessali dove gli italiani si presentano in maniera massiccia e con la voglia di vincere.
Sul Tour americano vittoria senza mezzi termini di Brian Gay nel Verizon Heritage che con un giro finale in 64 colpi ha distaccato di ben 10 colpi Luke Donald e Briny Baird. Per il vincitore un assegno da 1 milione e 26mila dollari ed un posto assicurato al prossimo Masters.