Alstom in picchiata a Parigi

New York ha proseguito ieri nel suo trend negativo, nonostante la novità rappresentata dalla quotazione del Nyse. A trascinare al ribasso i listini, il nuovo calo di Google, che arretra di oltre il 2% influenzando titoli tecnologici, come Applied Materials (meno 2,5%) ed e.Bay (meno 3,2%); nello stesso comparto impennata del 20% di Lexar Media, dopo l’acquisto del controllo da parte di Micron Tecnology. Nell’energia, debole Dynegy, che perde il 7,5%, per risultati negativi. In Europa sempre al centro dell’interesse la Borsa di Parigi, il cui indice arretra meno delle altre piazze borsistiche. Giù del 5% Alstom, alle voci di un possibile collocamento sul mercato delle azioni dello Stato; i risultati 2005 hanno invece penalizzato Accor, che perde il 7,4%. A Londra maglia nera per Persimmon, in calo di circa il 5%; bene i farmaceutici: Astrazeneca (più 2,6%) e GlaxoSmithKline (più 2%). A Francoforte Deutsche Post chiude in vetta al listino con un rialzo del 2,47 per cento.