«Un’Alta commissione per controllare i conti»

Per monitorare i conti pubblici serve un’Alta commissione che coinvolga le massime istituzioni di controllo del Paese come Bankitalia, Istat, Corte dei Conti e Conferenza Stato-Regioni. A rilanciare la proposta è Ivo Tarolli, responsabile economia dell'Udc che ha presentato un emendamento in tal senso alla Finanziaria che verrà votato nei prossimi giorni in commissione Bilancio del Senato. «Se ancora ci fosse qualche riottoso - ha detto Tarolli - dopo l'ennesima manovra correttiva adottata dal Consiglio dei ministri, rilancio l'urgenza dell'istituzione di un’Alta commissione per il monitoraggio della spesa pubblica. L'istituzione di tale commissione è ormai una necessità per il Paese». «La Commissione non va intesa come una delegittimazione o un esproprio dei ruoli svolti dalle attuali istituzioni, ma come un'opportunità che ne può coadiuvare e sorreggere nel delicato compito di assicurare al Paese una finanza virtuosa».