Altare accende gli altarini del cimitero con energia solare

Il ministero delle Attività produttive aveva lanciato il progetto per favorire lo sviluppo dell’energia alternativa. E Altare non poteva trovare uno spunto migliore per adeguarsi al proprio nome. Ha infatti deciso di alimentare le lampade votive del cimitero comunale ad energia solare con il sistema fotovoltaico. Gli altarini autalimentati sono piaciuti al ministero che li ha ammessi al programma «Conto Energia» che prevede, per i progetti approvati, l'acquisto per 20 anni da parte del gestore della rete elettrica (GRTN) dell'energia prodotta dagli impianti fotovoltaici e immessa in rete, a un prezzo tre volte superiore a quello di mercato. In questo modo il Comune potrà ammortizzare in 15 anni l'investimento di 17mila euro per la realizzazione dell'impianto.