Altare svolta a destra Calizzano resta a Casa

Cairo Montenotte torna al centro sinistra. L'effetto Chebello non è bastato al centrodestra per confermarsi alla guida della cittadina della Val Bormida. Con soli 38 voti di scarto, 4096 contro i 4058, il nuovo sindaco è Fulvio Briano della lista di centro sinistra «Più futuro per Cairo», con il 49, 136% dei consensi. Pier Luigi Vieri con lista della CdL «Cairo 2000» ha ottenuto invece il 48,68%. Infine il terzo candidato sindaco Giorgio Magni del Partito Comunista dei Lavoratori al 2,183% con 183 preferenze ottenute. Il centrodestra comunque avanza nei voti rispetto alle precedenti amministrative, quando il centrosinistra si presentò diviso: i centristi della Margherita con la Cdl e i Verdi con una propria lista. «È stata una vittoria difficile e risicata - ha commentato Fulvio Briano - il centrosinistra unito questa volta ha premiato la nostra lista e la mia candidatura, anche se non mi aspettavo un'avanzata nei consensi del centrodestra». Per una manciata di voti, 11 per l'esattezza, Flavio Genta strappa la vittoria alla favorita e sindaco in carica Olga Beltrame, DS, ed è il nuovo primo cittadino di Altare. La lista di Flavio Genta «Alternativa Concreta» ha infatti ottenuto il 50,416%, contro il 49,583% della Beltrame con la lista di centro sinistra «Alte Vie per Altare 2007». 665 voti raccolti da Genta, 654 dalla Beltrame. Così dopo anni di amministrazione della sinistra Altare cambia e volta pagina. La sobria campagna di Genta ha premiato, mentre la Beltrame dovrà fare autocritica dopo una sconfitta inaspettata, in una località storicamente ad appannaggio della sinistra. Troppi, infatti, i nodi irrisolti della cittadina valbormidese, a cominciare dai processi di riconversione industriale di alcune aree del paese. Pronostico rispettato invece a Calizzano, dove il candidato sindaco della Cdl Enrico Mozzoni con la lista «Progetto per Calizzano» è stato riconfermato con il 67,74% dei consensi, contro lo sfidante Federico Santamaria della lista di centro sinistra «Uniti per Calizzano» al 32,26%. 716 i voti espressi a favore di Mozzoni, 341 per Santamaria. «Sono molto contento del voto, una vittoria netta con più del doppio dei voti rispetto al mio avversario che conferma il lavoro svolto durante questi cinque anni di amministrazione. Cercheremo di non deludere l'appoggio che i cittadini elettori di Calizzano ci hanno dimostrato», ha dichiarato subito dopo il risultato definitivo Enrico Mozzoni, «ora - ha sottolineato il primo cittadino di Calizzano - andremo avanti con gli impegni amministrativi in programma, dalla centrale a biomasse per nuove opportunità di lavoro nel settore boschivo, l'abbattimento dell'Ici per i residenti ultraottantacinquenni, una tassa che ho sempre reputato ingiusta e penalizzante. Inoltre, altro obiettivo è quello di implementare i servizi alla persona, in particolare nel settore sanitario e ambulatoriale».