Alte prestazioni per la compatta Kodak

Mark Perna

L’originalità di questo prodotto non è evidente fino al momento dell’accensione. Lo sportello protettivo delle lenti nasconde la presenza di due diversi obiettivi. Per la prima volta al mondo la Kodak è infatti riuscita ad integrare in una fotocamera compatta e di dimensioni contenute sia un grandangolo che uno zoom ottico equivalente a un 39 – 117 millimetri nella fotografia tradizionale. Questa innovazione si apprezza al momento di scattare perché si può facilmente passare da riprese grandangolari ai dettagli più lontani, anche se l’escursione focale richiede un po’ troppo tempo, specialmente se si parte dall’ultimo ingrandimento digitale e si vuole passare alla ripresa wide. Il passaggio dalla lente da 23 millimetri allo zoom avviene comunque in modo automatico, senza salti di inquadratura e senza dover impostare alcun parametro. Questa flessibilità di ripresa è ulteriormente amplificata dalla possibilità di realizzare immagini panoramiche unendo tre scatti per ottenere una foto sola a 180 gradi. Buona è anche la qualità dei video in formato Mpeg4 che si possono registrare con la V570. Nel complesso l’ultima nata in casa Kodak si fa apprezzare soprattutto per la facilità d’uso grazie a un posizionamento dei comandi intuitivo, a un software di gestione immediato e a 22 modalità di scatto preimpostate. Unico dispiacere: il prezzo di 419 euro, un po’ troppo per una fotocamera compatta da 5 milioni di pixel.