Un altoatesino sbanca il Tc Pegli

Nell'Open tennistico, organizzato dal Tc Pegli 2, a conclusione degli Open genovesi del 2007, finale tutta «foresta», ma dagli alti contenuti tecnici e spettacolari. Dopo tre set al calor bianco la vittoria è andata all'altoatesino Patrik Prader ventunenne di Bressanone con classifica 2.2 e allievo del maestro Riccardo Ciruolo che nel recente passato ha operato anche sotto la Lanterna allo Sporting dei Pini. Suo degno avversario, il romagnolo Alessandro Da Col di classifica 2.1, favorito della vigilia. Infatti il ventinovenne alfiere del Tc Crema, recente vincitore del Challenger da diecimila dollari della Canottieri Nino Bixio (battuto in finale l'argentino Antonio Pastorino) inizia bene, strappa il servizio a Prader e in mezz'ora si aggiudica il primo set per 6-2. Ma l'allievo di Ciruolo fa tesoro degli errori commessi, affina il servizio che sulla superficie veloce del circolo pegliese assume un notevole valore, approfitta del calo di Da Col e si porta in parità aggiudicandosi la seconda frazione con il punteggio di 6-4.
Si va al terzo, decisivo set, si cambiano le maglie, intrise di sudore e si riprende a lottare. La giovanile freschezza di Prader sembra avere il match in mano, ma Da Col resiste: è sotto nel punteggio, 4 a 5, ma non cede ancora e blocca l'avversario sul 5 pari avendo a disposizione il servizio. La stanchezza lo attanaglia, gli fa perdere lucidità, e regala il servizio al suo giovane avversario che non fallisce il successivo, aggiudicandosi partita e match per 2/6, 6/4, 7/5 in 2 ore e 36 minuti. È stata certamente una gran bella finale a coronamento di un torneo dagli alti contenuti tecnici seguito da un pubblico che ha sottolineato con caldi e convinti applausi i tanti momenti di bel gioco. Non sempre un interessante torneo si conclude con una bella finale, ma quest'anno l'appuntamento conclusivo ha suggellato nel modo migliore un Open che ha avuto il prologo con il torneo di qualificazione al quale sono stati ammessi 40 giocatori con i primi otto qualificati al tabellone principale. Sono: Riccardo Azzarita 2.5, Mathieu Vierin 2.6, Stefano Bettinelli 3.4, Riccardo Sinicropi 2.6, Francesco Picco 2.8, Luca Vigesi 2.7, Enrico Becuzzi 2.7, Mario Giulio Mossa 2.7. Da segnalare il bel successo di Azzarita che, prima di cedere nei quarti a Prader, ha battuto il 2.4 del Tc Monterosa Stefano Vismara. Tra i protagonisti del tabellone principale è piaciuta la prestazione del francese Yanne Dupuy, 2.4 tesserato per la Pro Patria di Milano, arrivato in semifinale e anch'esso vittima di Prader.