Altolà al ministro E Cossiga avverte: «Non unificare i corpi di polizia»

«Ho grande stima di Roberto Maroni e ritengo anch’io che esista l’esigenza di rivedere la legge 121, ma non credo che la soluzione sia quella di creare un unico corpo di polizia». Parola dell’ex presidente della Repubblica Francesco Cossiga, ministro dell’Interno nella stagione drammatica del rapimento di Aldo Moro. La «ricetta» del presidente emerito per la riorganizzazione delle forze dell’ordine è semplice: «Una più chiara ripartizione territoriale e materiale delle competenze degli ormai sette corpi di polizia che operano nel nostro Paese: Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Polizia penitenziaria, Guardia costiera, oltre alla miriade di corpi di polizia locale: municipali e provinciali e, presto o tardi, anche regionali».