Altra fumata nera su Orlando Il Pdl: «Non lo voteremo mai»

Roma Nuova fumata nera alla trentunesima convocazione in Commissione Vigilanza Rai per eleggere il nuovo presidente. La maggioranza ha fatto mancare il numero legale lasciando da sola l’opposizione a esprimere il voto per il proprio candidato, il portavoce Idv Leoluca Orlando. Se lo stallo nell’elezione dovesse proseguire la maggioranza, fa sapere il vicepresidente dei deputati Pdl Italo Bocchino, eleggerà da sola un esponente «qualificato» dell’opposizione. «Resta il fermo no alla candidatura di Orlando per le sue dichiarazioni che hanno paragonato il governo Berlusconi all’Argentina», ha ribadito Bocchino. Il sottosegretario alle Comunicazioni Paolo Romani apre: «Se proponessero Giovanna Melandri, la voteremmo immediatamente». Il capogruppo Pd in Commissione, Fabrizio Morri, invece attacca «l’ostruzionismo della maggioranza». Ancora più deciso Di Pietro: «Il governo vuole nominarsi anche i controllori, non è accettabile».