Altra gaffe del «pizzaiolo» Cain: non sa cosa sia successo in Libia

Nuova clamorosa gaffe del candidato nero Herman Cain sulla Libia. Dopo aver scambiato la Cina con l’Iran, osservando candidamente di essere molto preoccupato per lo sviluppo del nucleare di Pechino (peccato per lui che la Cina, a differenza di Teheran, ha l’atomica dagli anni ’60) Cain torna a far discutere. L’«ex pizzaiolo» è incappato in una clamorosa gaffe in tv, stavolta sulla Libia, dimostrando di ignorare tutto ciò che è accaduto laggiù. È successo davanti alle telecamere del Journal Sentinel di Milwaukee: all’intervistatore che gli chiedeva un giudizio sull’azione di Obama in Libia, Cain, in evidente difficoltà ha risposto con una nuova domanda imbarazzante: «Il Presidente Obama ha sostenuto le proteste, giusto?». Quindi è rimasto in silenzio per 11 eterni secondi per poi aggiungere: «Ha chiesto la cacciata di Gheddafi? È che volevo essere sicuro che stiamo parlando della stessa cosa... Ho tante cose che mi girano per la testa».