Un’altra invasione: in 350mila per Benedetto XVI

Roma oggi sarà ancora una volta il centro del mondo. Circa 350mila giovani invaderanno la città per partecipare all’incontro a piazza San Pietro con il Papa Benedetto XVI in occasione della giornata dei movimenti. Di questi si calcola che almeno 150mila arriveranno dal resto d’Italia e circa 30mila dall’estero. Già dalle 14 saranno aperti i varchi di piazza San Pietro, ai quali si accederà, ciascuno nel proprio settore specifico, con biglietti già distribuiti. Alle 15,45 si aprirà l’evento con una animazione in piazza e alle 17,30 il Papa percorrerà via della Conciliazione. Subito dopo, intorno alle 18, si celebreranno i vespri in piazza San Pietro e intorno alle 20 è prevista la fine della manifestazione.
I pellegrini stanno arrivando in queste ore con treni ordinari, e speciali, aerei e quasi 2mila pullman, sette dei quali attrezzati per disabili. La macchina organizzativa, con la collaborazione di Metro, Atac e Trambus, ha predisposto un servizio pubblico anche con il prolungamento stasera dell’orario della metropolitana fino all’1,30 di notte. Sono stati predisposti, inoltre, parcheggi per i pullman, ad Anagnina, da dove con la metro A si potrà raggiungere piazza San Pietro, via Nuova delle Fornaci, piazzale Cardinal Micara, Stadio Flaminio, piazza Martin Luter King, Lungotevere delle Navi e Lungotevere delle Armi. La viabilità sarà controllata dalla polizia municipale che lascerà dei corridoi protetti per le ambulanze dirette agli ospedali. Tutte le forze dell’ordine, i cui mezzi e uomini saranno rinforzati, sorveglieranno la zona e anche la polizia stradale sarà impegnata per l’arrivo dei pullman dalle varie parti d’Italia.
Per quanto riguarda l’assistenza ai pellegrini, il Comune e la Provincia di Roma e la Regione Lazio metteranno in campo, a seconda delle necessità, tra i 500 e i mille volontari. Per fortuna in questi giorni il caldo estivo è lontano ma saranno distribuite comunque decine di migliaia di bottiglie d’acqua nelle aree limitrofe al Vaticano e saranno posizionate nella zona dell’evento le autobotti. Ancora, sarà previsto il posizionamento di bagni chimici nelle strade laterali di via della Conciliazione, ma anche alla stazione Termine, alle stazioni Tiburtina e Ostiense, alla stazione metropolitana Anagnina, ad Ottaviano, nel parcheggio di via Gregorio VII e a Lungotevere delle Navi. È previsto anche un potenziamento della raccolta rifiuti e degli operatori per le pulizie delle strade al termine dell’incontro. Saranno inoltre posizionati lungo via della Conciliazione 5 maxischermi per consentire così ai giovani una migliore partecipazione all’evento. Infine l’Ares 118 ha predisposto 6 tende fisse per il soccorso e 2 punti mobili con l’ausilio di 60 squadre per il servizio sanitario. In piazza San Pietro e nelle zone limitrofe ci saranno 28 ambulanze in più rispetto a quelle solitamente presenti. La Prefettura di Roma ha attivato una sala coordinamento che sarà attiva sia oggi che domani, quando centomila giovani parteciperanno alla celebrazione della Pentecoste: alle ore 10 messa in piazza San Pietro e a mezzogiorno Angelus.