Un’altra rissa fuori dalla discoteca

Un’altra rissa fuori da una discoteca: una trentina di ragazzi tra i 17 e i 19 anni si sono affrontati a calci e pugni la scorsa notte in viale Monte Grappa nei pressi di un noto locale. Anche se all’arrivo delle pattuglie dei carabinieri e della polizia locale c’è stato l’immancabile fuggi fuggi generale. Due ragazzi però stati intercettati, identificati e denunciati, da un vigili urbano. Secondo quanto riferito dal 118 vi sarebbero anche due giovani rimasti lievemente feriti. L'episodio, avvenuto poco prima delle 2, è stato confermato dal personale del locale notturno che ha assistito alla rissa.
Ignoti i motivi della lite, ma parlando di «futili motivi» non si dovrebbe andare molto lontani dalla verità. Alla maxi zuffa, a cui avrebbero partecipato una trentina di giovani, ha assistito un agente della polizia locale prontamente intervenuto. Il ghisa si trovava infatti in zona ed è accorso alla vista del capannello di giovani che si affrontavano davanti alla discoteca. Il vigile, prima di dare l’allarme, è riuscito a bloccare i due ragazzi: uno era a terra, mentre l’altro lo colpiva con diversi calci al volto. Gli altri litiganti sono invece riusciti a fuggire lungo le vie laterali prima dell'arrivo di altre pattuglie della polizia locale e dei carabinieri. I due giovani, poi denunciati, sono due ragazzi poco più che maggiorenni, entrambi figli di buona famiglia.
Appena tre giorni fa invece un’altra rissa, scoppiata davanti alla discoteca Magazzini Generali, si era conclusa con l’arresto di 13 ragazzi, tutti buona famiglia. Tra loro figurava infatti un aspirante calciatore professionista, il figlio di un pediatra, quello di una giornalista e uno studente al primo anno di Giurisprudenza. Tutti «bravi ragazzi», per i legali e i genitori che ora si dovranno presentare il 16 aprile per il processo che li vede imputati per rissa. Anche in questo caso non sono chiari i motivi della lite.