Altra tegola per Vavassori: Caccia si ferma

Giovanni Porcella

Mentre Preziosi annuncia il progetto Genoa aperto alla città e ribadisce la forza della squadra, mentre Vavassori plaude al lavoro della società, arriva un doppio infortunio a Caccia e Tedesco che mette già in difficoltà il tecnico rossoblù in vista dell’esordio stagionale a Ravenna. «Caccia si è procurato un risentimento all’inserzione dell’adduttore della coscia destra. Invece Tedesco ha una distorsione alla caviglia» conferma Mauro Casaleggio, responsabile dello staff medico. Per il bomber che oggi si sottoporrà ad una risonanza magnetica, le possibilità che recuperi per il match di domenica sono nulle, qualche piccolissima chance per il capitano invece c’è: «La caviglia non si è gonfiata – dice Casaleggio – seguiremo l’evoluzione e valuteremo nelle prossime ore». È chiaro che lo stop di Caccia e probabilmente anche quello di Tedesco sarebbe una tegola per Vavassori che per la serie C ha a disposizione sicuramente un’ottima formazione, ma che deve fare i conti con un’amalgama tutta da trovare. Il tecnico infatti chiede tempo: «È chiaro che vogliamo iniziare nei migliore dei modi, ma bisogna tener conto del fatto che la squadra è stata completata solo in questi ultimi giorni. I dirigenti comunque hanno fatto un lavoro eccezionale. Non era facile ripartire allestendo una formazione per la C dopo che era stato allestito un progetto per la serie A». Vavassori punta sull’umiltà: «Dovremo essere protagonisti, ma non ci illudiamo che per il solo fatto di chiamarsi Genoa tutto diventi più facile. Occorre aver fame come una provinciale, altrimenti si faticherà parecchio». E anche il presidente Enrico Preziosi, ieri a Ronco Scrivia per seguire da vicino l’allenamento del suo Genoa, carica Zaniolo e compagni: «Resto convinto che non esista in questa categoria organico più competitivo di questo. Purtroppo avremmo avuto bisogno di una settimana in più per prepararci al meglio, ma ci faremo trovare pronti. Spero che a Ravenna prevalgano le nostre capacità individua eper sopperrire ad una mancanza di intesa che è anche comprensibile». La società si augura anche che la Lega di serie C decida di posticipare il match contro il Pizzighettone alle 20,30 di mercoledì 7 settembre: «Lo devono ai nostri quindicimila tifosi» ha ribadito Preziosi. Intanto la squadra (quella con il migliore organico della C, secondo Preziosi) potrebbe presto salutare Roberto Stellone che non essendosi accasato al Messina e neppure al Cagliari potrebbe presto prendere la strada verso il Torino che ha avuto la deroga fino al 15 settembre ad operare sul mercato. Chi sarà presente a Ravenna per l’inizio della seconda avventura in C dell’ultracentenaria storia del Grifo saranno i tifosi: 2500 biglietti messi a disposizione dal Ravenna sono già stati acquistati dai rossoblù.