Altra tragedia sulle piste: muore sciatore

Seconda tragedia sulla neve in meno di 24 ore. Uno sciatore milanese di 45 anni, Stefano Tamiazzo, è morto ieri mattina a Pila, in Valle d’Aosta, per un incidente accaduto sulla pista da sci proprio sotto gli occhi della figlia di 9 anni. Dalla prima ricostruzione dei fatti l’uomo stava percorrendo la pista Prè Noir, seguito dalla bambina, quando ha perso il controllo dello sci; dopo aver superato le reti di protezione è andato a schiantarsi contro una scogliera di pista poco distante e così è morto praticamente sul colpo a causa di un violento trauma cranico. Sul posto è intervenuto il soccorso alpino che non ha potuto fare altro che constatare il decesso. Gli inquirenti stanno verificando se indossasse o meno il casco. Purtroppo sono stati diversi in questi giorni gli incidenti, più o meno gravi, sulle piste da sci. Sabato pomeriggio purtroppo era toccato a un altro sciatore milanese, il 46enne Gian Luigi Mitti, morto ad Alagna Val Sesia, nel Vercellese, mentre trascorreva alcuni giorni di vacanza con un gruppo di amici. Appassionato di sport invernali e della neve anche Mitti è morto dopo aver perso il controllo degli sci ed essere uscito di pista, finendo contro un albero, poco al di sotto dell’ovovia Pianalunga.