Un’altra vita della Arendt

Il prossimo 14 ottobre è il centenario della nascita di Hannah Arendt (1906–1975) e nell’occasione Bollati Boringhieri editore ricorda la vita e il pensiero di una protagonista della riflessione politica novecentesca, nella «biografia filosofica» di una sua allieva alla New School for Social Research di New YorK, Elisabeth Young-Bruehl: Hannah Arendt. Una biografia, traduzione di David Mezzacapa, Collana «Universale Bollati Boringhieri», 640 pagine, 16 euro. La vita della Arendt, che s’intreccia con quelle di Heidegger, Jaspers, Gunther Anders (suo primo marito), Walter Benjamin, Hermann Broch e, naturalmente, con quella dell’amato Heinrich Blucher, è ora raccontata in una «biografia filosofica» documentata e attenta a situare il suo pensiero sullo sfondo della storia ma anche dei rapporti personali.