Le altre vittime di Piazza Fontana

Secondo il presidente della Camera, Fausto Bertinotti, «le vittime della strage di Piazza Fontana non furono sedici, ma 17». Chi manca? Giuseppe Pinelli, l’anarchico accusato della strage, che poi morì suicida nella Questura di Milano. La cui morte, dice la storia, fu il motivo scatenante dell’omicidio del commissario Luigi Calabresi. A seguire il Bertinotti-pensiero, verrebbe da dire, le vittime di Piazza Fontana sarebbero 18. Ma ancora una volta la sinistra di governo si dimostra più sensibile agli estremisti «amici» che ai servitori dello Stato. Che così muoiono due volte.