Altri 200 bambini nati al Gemelli sono a rischio Tbc

Potrebbero esserci altri 200 bambini a rischio tubercolosi, in seguito all’allarme scattato all’ospedale Gemelli di Roma. La Regione Lazio ha infatti deciso di estendere i test per la Tbc anche ai bimbi nati al policlinico nel mese di febbraio. Si tratta di 208 neonati in più, che verranno comunque visitati entro agosto. Una misura precauzionale, ha spiegato la Regione. Intanto negli esami di ieri altri otto bambini sono risultati positivi. I casi di piccoli coinvolti a causa dell’infermiera affetta da tubercolosi salgono così a 24. Il presidente del Lazio, Renata Polverini, ha attivato, si legge in una nota, «un’indagine sanitaria, epidemiologica e amministrativa».