Altri 300 milioni per favorire le vendite all’estero

Il decreto anticrisi favorisce il sostegno alle esportazioni mediante uno stanziamento di 300 milioni di euro. si tratta di risorse rilevanti che si aggiungono alle linee di credito da 1,5 miliardi di euro già messe a disposizione delle imprese da parte della Sace. La società pubblica che si occupa di assicurazione crediti già si occupa dell’internazionalizzazione delle piccole e medie aziende e ha già stipulato accordi quadro con i principali istituti di credito italiani tra i quali Unicredit, Montepaschi, Iccrea e Deutsche Bank. In questo modo le aziende che puntano a rafforzarsi all’estero per superare la crisi possono beneficiare di finanziamenti a lunga scadenza. I beneficiari non devono avere un fatturato superiore a 250 milioni dei quali almeno il 10% legato all’export.