Altri due scippi in città. E adesso dilaga la paura

Due nuovi scippi sono stati messi a segno ieri pomeriggio a Genova. E la psicosi per la presenza in città di uno scippatore seriale, che due giorni fa ha colpito tre volte, continua a salire. Le forze dell’ordine non escludono che possa trattarsi di uno o più criminali organizzati tra loro che nelle ultime settimane avrebbero messo a segno almeno 37 colpi. Il primo colpo ieri pomeriggio si è verificato in via delle Ginestre nel quartiere di Staglieno alle 13.40: una donna di 53 anni che camminava sul marciapiede è stata avvicinata da una persona a bordo di uno scooter che le ha strappato la borsa ed è fuggito. Poco dopo, alle 15.40, in via Peschiera, nel quartiere di Castelletto, una donna di 36 anni è stata scippata ancora da una persona a bordo di uno scooter. Per far fronte all’emergenza sarà istituita una squadra composta da magistrati e investigatori che cercheranno di fermare il rapinatore seriale in azione dall’inizio dell’anno. Lo ha deciso il procuratore capo Francesco Lalla insieme al sostituto Vincenzo Scolastico. Stamattina i due magistrati incontreranno i dirigenti della squadra mobile genovese per mettere a punto una strategia comune e cercare di arrestare l’autore degli scippi. Al tavolo potrebbero partecipare anche i carabinieri. Nei prossimi giorni verranno analizzati i fascicoli che riguardano i colpi per cercare di estrarre «il denominatore comune» che lega gli episodi e organizzare una strategia di indagine, con interventi operativi. Secondo polizia e carabinieri, che stanno indagando sugli strappi, sarebbe un solo uomo ad agire. Le modalità sono sempre le stesse: l’uomo si avvicina alle donne sole, e spesso anziane, a bordo di uno scooter e con in testa un casco integrale, e strappa la borsa. Gli episodi sono avvenuti quasi tutti in pieno giorno, sempre tra Castelletto e Marassi. Il primo risalirebbe al sei gennaio, quattro in un giorno solo, sono di martedì e due di ieri. Tra le donne scippate due giorni fa, un’anziana di 84 anni che è anche rimasta ferita ed è stata medicata in ospedale.