Altri duemila casi come il suo

Sono circa 2.000-2.500 i pazienti che in Italia si trovano in una condizione di coma vegetativo. Lo rivela l’indagine svolta nel 2005 da una commissione ad hoc istituita dal ministero della Salute, secondo cui «nel nostro Paese un censimento sugli Stati vegetativi è molto difficile» (i dati sono ricavati da una proiezione su alcune regioni campione). Secondo il rapporto il 40% dei casi deriva da malattie vascolari, il 21,7% da traumi e il resto da altre patologie. Due-trecentomila sono le persone che entrano ogni anno in coma per incidenti stradali o sul lavoro, per malattie o intossicazioni. Più di un terzo ne esce indenne, altri riportano danni e per circa 500 di loro il coma evolve in stato vegetativo, che diventa permanente quando dura oltre 3 mesi. Fra chi sopravvive ed esce dal coma, uno su 4 riporta gravi disabilità. In Italia, una persona su tre colpita dal coma ha un’età compresa fra 0 e 15 anni: attualmente 700 bambini.