Altro che tagli, pc in regalo ai consiglieri

La spiegazione ufficiale è che i consiglieri comunali devono prendere confidenza con la Pec, la posta elettronica certificata, abbandonando il «costoso» sistema della corrispondenza cartacea per le convocazioni dell’assemblea. Ma al Comune di Bari l’intento di tenersi al passo coi tempi fa rima con privilegio. Così i politici locali non si sono fatti mancare un pc notebook nuovo di zecca con connessione wireless: 560 euro al pezzo per tutti i 46 membri del Consiglio, in totale 33mila e 811 euro, come riporta la Gazzetta del Mezzogiorno. Intesa bipartisan tra i capigruppo di maggioranza e opposizione, che però non tiene conto del fatto che i consiglieri possono già consultare la Pec su un qualsiasi computer già in dotazione o sui moderni telefoni cellulari. Risposta? Questi pc servono anche «per leggere la posta durante le sedute consiliari...».